Trasferirsi in Germania

Eccoci di nuovo qua: secondo articolo destinazione Germania.

Stiamo cominciando a pensare che forse questo Paese potrebbe fare al caso nostro. Vediamo a questo punto quali sono i documenti necessari per trasferirsi in Germania.

Trasferirsi in Germania documenti

Essendo la Germania un membro UE, per i primi tre mesi può bastare la nostra carta di identità, poi però, passati 90gg, dobbiamo fare due cose: iscriverci – gratuitamente – all’AIRE (l’Anagrafe dei cittadini italiani residenti all’Estero) e attivarci presso l’anagrafe del Comune di appartenenza per ottenere la nostra nuova residenza tedesca. Per fare ciò è sufficiente, oltre al documento di riconoscimento, presentare una prova della nostra permanenza in Germania attraverso un contratto di affitto, un’intestazione di utenza oppure – soluzione attualmente più gettonata – un attestato firmato dal proprietario
dell’immobile. Otterremo così il nostro certificato di residenza (Anmeldung) e il nostro nuovo codice fiscale. Il certificato di residenza, ci consentirà inoltre – insieme a un documento d’identità – di aprire un conto in banca e di… pagare le tasse! A tal proposito, sarà necessario indicare al datore di lavoro il nostro status (single, coniugato, coniugato con moglie e/o figli a carico): a questo punto sarà il commercialista a decidere in base alle informazioni ottenute la fascia di reddito.

Sistema sanitario tedesco

Strettamente collegato al discorso reddito è la questione sanità, che dobbiamo tener presente nel valutare l’opportunità o meno di trasferirsi in Germania.

Dal 1800 la Germania è considerata all’avanguardia per i servizi di welfare. La creazione di uno Stato sociale avanzato ha prodotto l’attuale sistema sanitario tedesco che è in effetti molto differente dal nostro, e se per i primi tre mesi possiamo cavarcela con la nostra tessera sanitaria nazionale, il discorso cambia superando il termine dei 90 gg di permanenza, oltre il quale ci viene richiesto – come già sappiamo – di registrarci all’AIRE. Infatti con l’iscrizione all’AIRE cessa l’assistenza sanitaria nazionale. Aire a parte, comunque, la normativa tedesca prevede che dopo 6 mesi di residenza dobbiamo necessariamente aderire ad una assicurazione sanitaria locale. Il sistema sanitario tedesco infatti stabilisce l’obbligo di copertura sanitaria attraverso l’iscrizione ad una cassa di assicurazione malattia pubblica (Krankenkasse) o privata i cui costi variano a seconda del nostro reddito.

Stai valutando di trasferirti in Germania? Contattaci, il nostro staff ti seguirà in ogni fase della tua nuova vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *