Lavorare in Germania

Questo articolo vuole essere il primo di una utile guida dedicata a coloro che vorrebbero lavorare in Germania e trasferirsi in questo Paese meraviglioso a poche ore di volo da noi, per un periodo o per sempre.

Anzitutto consideriamo che stiamo parlando di un Paese appartenente alla Comunità Europea, pertanto le opportunità di trasferimento sono facilitate sotto diversi punti di vista. Per trasferirci in Germania non abbiamo bisogno di un visto: per ottenere il nostro certificato di residenza è sufficiente registrarsi all’anagrafe della città nella quale ci troviamo.

Ma, esattamente, quali sono i 5 buoni motivi per lavorare in Germania e trasferirsi qui? Al primo posto naturalmente un’economia florida come è quella tedesca, in grado di generare una continua offerta di lavoro, tanto che la Germania è vista in Europa come una terra in grado di offrire diverse opportunità a chiunque abbia voglia di “fare” nel lavoro e nello studio. Le offerte di lavoro in Germania per italiani (e non solo) abbracciano diversi campi. In questo Paese sono molto ricercati ingegneri, tecnici, artigiani, esperti informatici e personale medico. Ma c’è una grande richiesta anche nel settore turistico e alberghiero, in particolar modo nelle zone turistiche e nelle grandi città. In aumento è anche la richiesta di personale nel settore manifatturiero e nel campo del trasporto e dello stoccaggio. Non è neanche difficile lavorare in Germania se si hanno competenze specifiche come meccanici, muratori o idraulici, ad esempio. Dunque, grazie a un’offerta molto ampia, non mancano diverse opportunità rivolte ai più disparati profili lavorativi.

Al secondo posto nella classifica dei 5 buoni motivi per trasferirsi in Germania, non possiamo non mettere il senso civico e il conseguente rispetto delle regole del popolo tedesco, che fanno sì che la ricerca del lavoro e il progredire della propria carriera si fondino sulla meritocrazia e non sul sistema, ahinoi molto italiano, delle raccomandazioni.

Il terzo motivo è legato al come si vive in Germania rispetto alle dinamiche lavorative: la qualità di vita e il tempo da dedicare a se stessi e alla famiglia sono un must per i tedeschi: di conseguenza il lavoro è basato sul raggiungimento dell’obiettivo fissato nel più breve tempo possibile, evitando gli inutili tempi morti di “giacenza” alla scrivania davanti allo schermo del computer. Il lavoro in Germania per italiani ha dunque ritmi molto diversi rispetto a quelli a cui siamo abituati. Il diktat è: arrivare presto e lavorare serrato, così da dover restare in ufficio il minor tempo possibile.

Al quarto posto troviamo il rispetto per l’ambiente: gli italiani in Germania concordano sul fatto che vivere in Germania significa vivere in un Paese in cui nelle città le aree verdi si inseriscono perfettamente nel tessuto urbano, un Paese dove la maggior parte degli abitanti gira per strada in bicicletta. Il sistema di trasporto eco-sostenibile e le scelte a tutela dell’ambiente, un servizio puntuale ed efficiente dei mezzi pubblici e la contestuale lotta alle auto diesel, stanno producendo effetti molto positivi sulla qualità della vita. L’attenzione all’ecologia sempre crescente ha portato questo Paese ad investire sempre di più nell’ambiente, con una sempre maggiore richiesta di cibo biologico a km zero, ed una politica di sviluppo delle energie rinnovabili grazie alle quali è diminuito fortemente l’impiego dell’energia nucleare e del carbone.

Insomma decisamente un’ottima qualità di vita, così lontana dall’aria che respiriamo nelle nostre città affollate di auto e di smog!

Ed eccoci così al quinto motivo della nostra lista: se dovessimo rispondere alla domanda “Come si vive in Germania?”, oltre a citare la bassa disoccupazione, il senso civico, sarebbe d’obbligo parlare anche della equa redistribuzione dei servizi e dell’assistenza, che fanno sì che questo Paese sia percepito come un luogo tranquillo, non solo per il verde dei suoi boschi e dei suoi parchi, ma anche per il basso tasso di criminalità, grazie al quale è tra i Paesi più sicuri al mondo.

Infine, anche se fuori lista, dobbiamo aggiungere un ultimo, buon motivo per lavorare in Germania e trasferirsi qui: la birra tedesca, una delle migliori al mondo (e gli italiani in Germania confermano)! E davanti a un buon boccale di birra l’apparente freddezza e la formalità teutonica svaniscono in un lampo per lasciare spazio alla cordialità e alla giovialità di un popolo che sa come divertirsi in compagnia. O’zapft is!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *